Costruire e ristrutturare con criteri antisismici


Paola ci chiede: Quali sono le case a rischio terremoto? Quando si deve intervenire e come? Come si deve costruire o ristrutturare una casa per essere antisismica? E quanto costa?
Ognuno di noi, non solo Paola, si sarà posto queste domande, specie dopo tragedie come quelle dell'Abruzzo o, più recentemente, di Haiti: noi cercheremo di chiarirvi le idee anche perchè, nonostante il 45% del territorio italiano sia ad elevatissimo rischio terremoto, si continua a costruire e ristrutturare violando la normativa antisismica.


La nostra casa è a rischio terremoto?

Premesso che il rischio e i danni derivanti dal terremoto dipendono da tante variabili in generale le case più a rischio sono:

- quelle con finestre e terrazzi che superano il 40-45% della facciata o con molti elementi sporgenti (volte o archi);

- quelle con murature antiche, poco legate tra loro da malta;

- quelle asimettriche, non rettangolari.

Gli edifici più sicuri rispetto ad un terremoto, al contrario, sono quelli costruiti in cemento armato e ferro.
Su terreni deformabili (ossia non rocciosi) sono più sicure le case rigide (piccole e basse); al contrario, su terreni rigidi (rocciosi) sono più sicuri gli edifici deformabili, come grattacieli e case alte.


Quando bisogna rivolgersi ad un tecnico?

In caso di anomalie, come fessurazioni e crepe nell'edificio o di caduta di pezzi di cornicione rivolgetevi ad un tecnico che, se lo riterrà opportuno, potrà consigliarvi di ristrutturare l'edificio con opere di consolidamento per far fronte ad un evento eccezionale come il terremoto.

I vecchi edifici possono essere ristrutturati rinforzandoli con cordoli e solette di cemento armato, con griglie metalliche o tiranti ben collegati tra loro, creando un elemento chiamato "diaframma rigido orizzontale" che garantisce il più possibile la monoliticità della struttura.

Un'altra tecnica utilizzata per costruire una casa antisismica è il c.d. "isolamento alla base", che consiste nell'inserire, tra la fondazione e la parte in elevazione della struttura, dei dispositivi costituiti da strati alterni di acciaio e gomma atti a "tagliare" le vibrazioni.


Quanto costa costruire o ristrutturare una casa antisismica?

Costruire una casa con criteri antisismici costa circa un 10-15% in più rispetto a quanto costerebbero i lavori non tenendo conto di questi criteri.

Invece il costo per ristrutturare con modalità antisismica incide del 10-12% sul valore della casa, del 40% se la casa è già danneggiata.

Per sapere se la casa è a rischio terremoto è necessario rivolgersi a tecnici specializzati in grado di verificare la pericolosità della struttura (costo da 1000 a 2000 euro).

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...