Come pulire i mobili in legno

I mobili in legno richiedono molta cura ed un trattamento ad hoc; l'errore più frequente consiste infatti nel pensare che tutte le superfici in legno siano da trattare e pulire allo stesso modo. Esistono in commercio molti tipi di prodotti per pulire i mobili in legno ma molti di essi, oltre ad essere nocivi per noi e per l'ambiente, possono rovinare, se non adeguatamente utilizzati, i mobili del nostro arredamento di casa. Ecco, allora, che abbiamo "rispolverato" per voi i vecchi cari consigli della nonna, per fornirvi una semplice guida per pulire e mantenere sempre al top i mobili in legno della vostra casa! 



Mobili in legno verniciato: molto diffusi nell'arredamento per la casa perchè di facile manutenzione. 
Pulire con un panno inumidito in acqua e sapone e poi lucidare con olio di oliva e vino rosso (o bianco se i mobili sono chiari); da evitare i prodotti chimici per non intaccare la vernice protettiva. 






Mobili in legno verniciato: i prodotti ideali sono a base di cera perchè proteggono i mobili e cancellano le piccole imperfezioni.
Dopo aver spolverato i mobili, stendete una piccola quantità di cera con movimento circolare, procedendo per piccoli spazi alla volta. Dopo mezz'ora, lucidare con un panno di lana seguendo le venature del legno.




Mobili antichi: vanno spolverati con regolarità e passati ogni tanto con la pelle di daino o con un panno di lana asciutti. Lucidateli con una pasta a base di cera vergine o con un prodotto apposito per l'arredamento antico, strofinando fino ad ottenere la lucentezza ottimale. Non esagerate nell'applicazione del prodotto per non rischiare di ungere eccessivamente la superficie. In ogni caso evitate le cere che utilizzate per i mobili di arredamento moderno, i lucidanti al silicone o aerosol perchè oltre a garantire una lucidatura di breve durata rischiano di rovinare il mobile. Se i cassetti non scorrono, toglieteli e cospargete le guide con un pò di talco.


Vimini e bambù: pulire con acqua calda e bicarbonato o sapone di Marsiglia.
Saltuariamente passatevi la trementina e poi lucidate.
Passate ogni anno una mano di flatting trasparente per garantire loro una maggiore durata e bellezza nel tempo se li tenete all'aperto.




Superfici laccate e in formica: pulire con acqua tiepida e sapone; se lo sporco è resistente usate acqua e ammoniaca oppure alcool. 



Consigli per rimediare a macchie e altri danni:


Gli aloni e le macchie sui mobili in legno causati dall'acqua si eliminano con un panno imbevuto di acquaragia; quelli di alcool con la trementina.

Per togliere le macchie di inchiostro, mettetevi sopra del burro e strofinate a lungo per farlo penetrare in profondità, adagiatevi sopra un pò di cenere molto fine (che non sia di sigaretta), impastatela con il dito, dopodichè asportate con una lametta raschiando delicatamente per non rovinare la superficie dei mobili.

Le ammaccatture delle gambe delle sedie e dei tavoli possono essere sistemate appoggiandovi sopra un batuffolo di cotone imbevuto di acqua molto calda; una superficie in legno incavata a causa di un colpo ricevuto può essere rinvenuta passando, su un panno bagnato, il ferro da stiro caldo.
Infine, per pulire da polvere e sporcizia le incisioni a bassorilievo, applicate un prodotto pulente con un pennello a setole rigide.

Se ti è piaciuto questo post, ti può interessare anche:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...